Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Cos’è un kit lightstick

staff 26 Gennaio 2013 1
Cos’è un kit lightstick

Utilizzare il flash in modalità remota è molo utile, ma non è semplice come potrebbe sembrare. Quindi la lezione numero uno è il corretto posizionamento del flash su determinati tipi di supporti: è proprio quello che vedremo nel videoclip più sotto.

Da cosa è composto un kit detto light stick? Troviamo uno snodo per flash a slitta con foro per l’utilizzo dell’ombrello, un trigger ed un flash a slitta controllabile in completa manualità.

L’aggiunta di un ombrello diffusore a questo snellissimo kit permette a tutti di cominciare a prendere realmente il controllo della propria luce per tantissime situazioni di scatto.
I prodotti utilizzati nel video sono, i seguenti :

– Stativo ELINCHROM
– Snodo LASTOLITE
– Trigger manuali CACTUS V5
– Ombrello convertibile PHOTOFLEX
– Flash manuale YONGNUO YN 560 II

 

Per evitare l’utilizzo di trigger radio potreste utilizzare una fotocamera con controllo remoto del flash ed un flash speedlite compatibile e dedicato, ma la portata e l’affidabilità del sistema manuale con i trigger radio è ineguagliabile.

Il kit così composto vi costa circa :

– stativo 50 euro (ne trovate anche da meno, ma non risparmiate troppo o dureranno 10 giorni)
in inghilterra ci sono i Paterson che vanno bene e sono molto robusti.
– flash yongnuo 100 euro
– ombrello 30 euro
– trigger cactus 80 euro
– snodo 25 euro
————————-
285 euro

Trigger abbastanza buoni che permettono di risparmiare circa 20€ sono i Trigger della Pixel ( io utilizzo il modello Pawn) reperibili facilmente su ebay da un noto sito polacco.

Buona luce a tutti

Un commento »

  1. Alessandro Prencipe su Facebook 26 Gennaio 2013 a 15:16 -

    lo chiamavano “u professor”