Nikon 80-400mm f/4.5-5.6G ED VR

Ieri è stato annunciato il nuovo supertele Nikon 80-400mm f/4.5-5.6G ED VR, oggi vogliamo analizzare le differenze con la versione precedente Nikon 80-400mm VR f/4.5-5.6D.

Diamo un rapido sguardo alle specifiche delle due lenti.

Specifiche

Caratteristica Nikon 80-400mm AF-S Nikon 80-400mm AF-D
Attacco A baionetta Nikon F- A baionetta Nikon F-
Lunghezza focale 80-400mm 80-400mm
Rapporto di Zoom 5x 5x
Apertura massima f/4.5-5.6 f/4.5-5.6
Apertura minima f/32-40 f/32-40
Formato FX/35mm FX/35mm
Angolo massimo di Vista (DX) 20 ° 20 °
Angolo minimo di visione (DX) 4 ° 4 °
Angolo massimo di Vista (FX) 30 ° 10 ‘ 30 ° 10 ‘
Angolo minimo di visione (FX) 6 ° 10 ‘ 6 ° 10 ‘
Massimo rapporto di riproduzione 0.2x 0.2x
Lenti 20 17
Gruppi lenti 12 11
Copatibilità FX, DX, 35mm Film FX, DX, 35mm Film
VR (Riduzione Vibrazioni)
VR Tecnologia 2 ° generazione 1st Generation
Lamelle 9 9
Nano Crystal No
ED elementi 4 3
Super ED 1 N / A
Super Integrated Coating
Autofocus
AF-S (Silent Wave Motor) No
messa a fuoco interna No
Distanza minima di messa a fuoco 5,74 m (1,75 m) 7,5 m (2,3 m)
Modalità di messa a fuoco Auto, Manuale, automatica / manuale Auto, Manuale, automatica / manuale
G-type No
Dimensione filtro 77 millimetri 77 millimetri
Tipo di filtro Screw-on Screw-on
Dimensioni 95,5 x 203 mm (diametro x lunghezza) 91 x 171 mm (diametro x lunghezza)
Peso 1570g 1360g
Accessori in dotazione HB-65 Paraluce, LF-4 Copriobiettivo posteriore, LC-77 Snap-On Copriobiettivo frontale, CL-M2 Ballistic Nylon Lens Case HB-24 Hood, CL-M1 caso, copriobiettivo 77mm, copriobiettivo posteriore

La prima grande differenza tra le due lenti è ovviamente il design delle lenti. Il nuovo 80-400mm ha una forma completamente nuova, con 20 elementi in 12 gruppi, mentre la versione precedente ha 17 elementi in 11 gruppi. Quindi non solo lenti nuove, ma una rinnovazione totale delle lenti. Ecco il confronto di costruzione su entrambi gli obiettivi:

 

Nikon 80-400mm AF-S vs AF-D Costruzione lente

Mentre la parte anteriore della lente mantiene un disegno più o meno simile, vi sono alcune differenze nella spaziatura tra gli elementi e l’inserimento di un elemento Super ED. Nella parte centrale abbiamo numerosi cambiamenti, con più elementi ottici per minimizzare i diversi tipi di aberrazioni. Nella parte posteriore della lente l’ultimo elemento ottico è più interno per ospitare moltiplicatori, infatto è possibile collegare qualsiasi moltiplicatore  al nuovo 80-400mm AF-S, ma solo il 1.4x TC-14E II avrà la messa a fuoco automatica con questo obiettivo, se si utilizza una delle ultime reflex digitali Nikon in grado di supportare la messa a fuoco automatica af / 8 (D7100/D600/D800/D4). Con il TC-14E II, l’obiettivo diventa un 112-560mm f/6.3-8.0, il che lo rende l’unico obiettivo Nikon di andare oltre i 500 mm con un moltiplicatore di focale.

Sembra che l’ 80-400mm sia stato progettato un pò prima del Nikon 70-200mm f/4G, in quanto monta la vecchia tecnologia VR II, contro il 70-200mm f/4G VR III.

Un’altra importante differenza è nel tipo di lenti e di rivestimento usati per il nuovo 80-400mm. Primo, il numero di elementi aggiuntivi a bassa dispersione è aumentato da 3 a 4, il che dovrebbe ridurre le aberrazioni ottiche. In secondo luogo, questo obiettivo è uno dei pochi obiettivi Nikkor per lo sport con un elemento Super ED, che ha anche un indice di rifrazione più basso. Quindi, l’obiettivo dovrebbe produrre immagini molto nitide e contrastate rispetto al suo predecessore. Diamo un’occhiata a grafici MTF tra il vecchio e il nuovo obiettivo (A sinistra: Nikon 80-400mm AF-S, A destra: Nikon 80-400mm AF-D):

Nikon 80-400mm AF-S vs AF-D MTF largo

Guardando alla minima focale di zoom (80 mm), i cambiamenti positivi nella progettazione ottica sono abbastanza evidenti. Il nuovo 80-400mm non solo ha elevato contrasto, ma ha dettagli notevolmente migliori. Nei grafici la curva sulla destra indica una prestazione inferiore agli angoli. Se diamo un occhiata alle linee tratteggiate queste corrono accanto  alle linee rette – questo indica l’assenza di distorsioni! Da questo grafico MTF, sembra che l’obiettivo sia anche meglio del 70-200mm f/4G VR sul grandangolo. Ora diamo uno sguardo al teleobiettivo (400 mm):

Nikon 80-400mm AF-S vs AF-D MTF Tele

Come previsto, le prestazioni scendono un po’, ma è ancora abbastanza buono. Anche in questo caso, non vi è distorsione e la lente mantiene un buon rapporto di contrasto e nitidezza. Guardando le linee laterali, il calo di nitidezza è minore negli angoli, con  prestazioni migliori rispetto a 80 mm.

Per quanto riguarda le altre caratteristiche, l’obiettivo ha Nano Crystal Coat, che non solo riduce il flare, ma migliora anche i colori. Il motore Silent Wave interno permette l’utilizzo di filtri esterni, infati nessuna parte esterna dell’obiettivo si muove durante l’autofocus, oltre a fornire un autofocus più veloce, più lineare e senza rumore. Questo significa anche che la messa a fuoco automatica funziona su qualsiasi moderna Nikon DSLR, anche fotocamere entry-level come la Nikon D3200. Distanza di messa a fuoco minima è stata drasticamente ridotta 2,3-1,75 metri.

Tutte queste nuove novità vanno a discapito delle dimensioni del pesopesante – il nuovo 80-400mm è più grande, 3 centimetri più lunga e pesa più di 200 grammi. Con i suoi 1570 grammi, è leggermente più pesante del Nikon 70-200mm f/2.8G VR II (senza un moltiplicatore di focale), ma significativamente più leggero dicono che il 200-400mm f/4G o 400 mm f/2.8G (che pesano 3360 e 4620 grammi, rispettivamente).

 

staff

Articolo redatto dallo staff di danielearmillotta.eu

Share via
Copy link
Powered by Social Snap