Tamron 70-300 VC USD vs Nikon 70-200 VRII

Di seguito un confronto tra una delle lenti della triade nikon, il 70-200mm f/2.8G VRII e il Tamron 70-300mm f/4-5.6G VC USD.

Il Nikon 70-200mm f/2.8G VRII offre immediatamente una sensazione di robustezza, e basta guardare le lenti per capire che siamo davanti ad un ottica di tutto rispetto, ma di prove e test ce ne sono a migliaia sul web. Oggi vogliamo confrontarlo con un piccolo zoom che offre prestazioni notevoli in termini di qualità ottica e in rapporto al suo prezzo, stiamo parlando del Tamron 70-300mm f/4-5.6G VC USD. E’ possibile acquistarlo nuovo a cifre attorno ai 300€ contro i circa 2000€ del Nikon. La qualità costruttiva è buona, leggero e maneggevole, molto più ingombrante con il paraluce agganciato (paraluce dalle dimensioni davvero notevoli). trovano  posto sul lato solo due pulsanti, uno per la messa a fuoco automatica e l’altro per la riduzione delle vibrazioni. Proprio questo motore riesce a far scendere parecchio i tempi di scatto, difatti con una buona mano ferma ed una postura corretta si riesce a scattare foto nitide a 200mm con tempi di 1/10s (anche il nikon 70-200 si comporta egregiamente in questo aspetto, con tempi simili). Per testare la focale di 300mm, abbiamo utilizzato sul Nikon 70-200mm f/2.8G VRII, il moltiplicatore Teleconverter TC-20E III.

Passiamo ad un rapido confronto basandoci su alcuni scatti. Le impostazioni sono state impostate in manuale sul bilanciamento del bianco (5000K), tempi, focali e iso.

70mm

Aumentando la dimensione dell’immagine risalta subito la differenza di luminosità tra le due lenti, il tamron ha una dominante sul blu nelle ombre, buoni i contorni già a f4. Inutile commentare l’immagine el nikon 70-200 f2.8, il grado di dettaglio è elevato. Nel complesso il tamron si difende bene

Nella parte laterale le immagini appaiono simili, anche se nel nikon c’è un leggera aberrazione che tende al verde, e a sua volta presenta uno sfuocato leggermente più morbido

200mm

Come a 70mm, anche a 200mm il Nikon è più luminoso e più fedele nei colori, immagine ricca di dettagli. Il tamron perde leggermente dettaglio ai bordi ad alto contrasto, e ha sempre la dominante sul ciano. Come si puù vedere nella foto successiva i dettagli e la predominante del tamron rispetto al nikon.

Passiamo ora a immagini ad alto contrasto:

Immagini quasi simili, il Nikon riesce a rimanere più nitido ai bordi, ma la differenza è quasi impercettibile, come si può notare dall’immagine sottostante:

Per fare un ulteriore confronto a 300mm abbiamo utilizzato il Nikon Teleconverter TC-20E III montato sul 70-200 f/2.8.

Quindi Nikon 70-200 f/2.8 VRII + Teleconverter TC-20E III vs Tamron 70-300mm f/4-5.6G VC USD

Appare Evidente una leggera aberrazione cromatica nel Tamron, assente invece nel Nikon.

Diamo uno sguardo al flare di entrambe le lenti: Nikon  70-200mm f/2.8G VRII  

Tamron 70-300mm f/4-5.6G VC USD

Un ulteriore confronto sullo stabilizzatore e sulla differenza cromatica tra le due ottiche: un risultato davvero impressionante!
Alla fine del confronto possiamo dire che il Nikon 70-200mm f/2.8G VRII è ovviamente un ottica superlativa, ma nulla di nuovo, il  Tamron 70-300mm f/4-5.6G VC USD ci ha davvero stupiti, ha una qualità ottica davvero ottima, uno stabilizzatore ben costruito  e sempre utile dato che è un ottica a focale variabile e quindi spesso ci si ritrova a scattare con tempi molto bassi se non si vuole spingere con gli iso.

Un confronto video nella velocità di messa a fuoco:

[youtube id=”ryZNHZV86cE” width=”600″ height=”350″]

Per chi è appassionato di fotografia, e vuole salvaguardare il proprio budget e non ha necessità si una focale 2.8, il Tamron 70-300mm f/4-5.6G VC USD è un ottica da tenere in considerazione
GALLERIA IMMAGINI

staff

Articolo redatto dallo staff di danielearmillotta.eu

Share via
Copy link
Powered by Social Snap