Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Sigle nei video -risoluzione e frame rate

staff 11 Ottobre 2013 Commenti disabilitati su Sigle nei video -risoluzione e frame rate
Sigle nei video -risoluzione e frame rate

720p vs 1080p

Oramai tutte le più moderne reflex danno al fotografo la possibilità di registrare video con risoluzione tutt’altro che accettabili. Il codec più utilizzato è il mov H.264 o  l’MPEG-4, per far fronte alla qualità sempre più elevata del Full HD, al fine di mantenere i file di dimensioni contenute. Quando parliamo di formato Full HD ci riferiamo alle dimensioni 1920 x1080 pixel che offrono una risoluzione migliore ma sono disponibili solo sui modelli più recenti,  lo Standard HD con dimensione 1280×720 pixel ha una risoluzione inferiore ma che produce comunque filmati di alta qualità. Per indicare il formato del video in maniera abbreviata possiamo trovare: 1080i per indicare video a risoluzione 1920×1080 interlacciato o 720p per indicare video con dimensioni di 1280×720 progressivo.

IL FRAME RATE

Dopo questa dovuta premessa, analizziamo un altro aspetto chiave della modalità video, il frame rate, ovvero il numero di  fotogrammi al secondo (fps) registrati dalla macchina. In Europa lo standard TV usail sistema PAL a 25fps, mentre in America si utilizza l’NTSC a 30fps. Ovviamente la scelta del frame rate disponibili, dipende dalle impostazioni della reflex, infatti alcune reflex limitano a 24fps per le grandi risorse necessarie per questo formato video; impostazioni più performanti invece le troviamo su reflex di fascia più evoluta, che raggiungono frame rate di 25, 30, 50 e 60. 24fps è la modalità più utilizzata nel cinema, e potrebbe essere quello ottimale per le riprese che verranno utilizzate in ambito cinematografico, Frame rate di 50 o 60 ps sono utilizzati, invece, per soggetti in rapido movimento per effetti di rallentatore. Nella registrazione del video è consigliato non scendere troppo con i tempi di esposizione in base al frame rate, ad esempio se si ha a disposizione una camera che filma a 25fps il tempo di esposizione minimo sarà di 1/25 di sec.

COSA INDICA LA “i” e la “p” DOPO IL VALORE FPS NEI VIDEOFull HD

I Frame rate sono accompagnati dalla lettera “p” (progressivo) o la lettera “i”(interlacciato) per indicare come si comportano tra loro i vari frame del video. Il termine Progressivo (p) stà ad indicare che ogni singolo fotogramma della ripresa è tracciato/registrato interamente; nell’interlacciato (i) invece le linee che compongono l’immagine sono suddivise in pari e dispari e con rapida alternanza vengono proiettate sul monitor, dando l’impressione che siano immagini complete, questo principio sfrutta una caratteristica della visione umana che prende il nome di “persistenza sulla retina” (crediamo di vedere l’immagine completa, ma è solo la somma delle 2 immagini in rapida successione). L’intermacciamento (scoperto negli anni ’20)aveva portato maggiore fluidità nelle sequenze in movimento e minore ampiezza di banda nelle trasmissioni in broadcast. Quindi nella scelta delle videocamere occhio sempre alla modalità di registrazione dei video.

 

 

Non è possibile lasciare commenti